Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più sui cookie nella nostra pagina sulla Politica sui Cookie

News Serie D

Search Our Site

Registrati

STRISCIAMAINSPONSOR

Albalonga-Chieri 1-2

Una partita ai limiti della perfezione quella giocata dai ragazzi di Manzo, che si impongono per due reti a uno sull’Albalonga e conquistano l’ambita Coppa Italia di Serie D. Campagna e Messias segnano due gol eccezionali, ma è la prestazione collettiva della squadra a lasciare stregati pubblico e addetti ai lavori.

Formazione classica schierata dall’allenatore chieresa, con Benini in porta, Venturello e Benassi sulle fasce con al centro Cacciatore e Benedetto. D’Iglio in cabina di regia, con Campagna e Tettamanti ai suoi lati, e davanti il tridente Anastasia, Villa e Messias.

Gli azzurri si esprimono durante il primo tempo come nella fase migliore della stagione, e le occasioni da rete fioccano. Dopo le fasi iniziai di routine, Magliocchetti spaventa Benini concludendo da ottima posizione ma spedendo fuori da ottima posizione; ma è solo un attimo perché da qui in poi sarà un monologo azzurro, accompagnato dai cori dei tifosi che hanno sostenuto incessantemente la squadra. Campagna è bravo e fortunato a trovare il gol all’undicesimo minuto: suo il tiro-cross dalla destra che, complice una traiettoria imprevedibile, si insacca sopra le braccia del portiere regalando il primo urlo ai sostenitori chieresi.

Poco dopo D’Iglio, con uno dei suoi colpi, colpisce a traversa. Ma è Messias a guadagnarsi il premio di “giocata del match”. Superata la difesa dell’Albalonga con un numero di alta classe, lascia partire un missile terra-aria che sbatte sulla traversa e finisce in rete.

Ancora nel primo tempo Simone, imbeccato in modo magistrale da Tettamanti, non riesce a chiudere la partita, mentre è Faiella a sbarrare la porta a Villa.

Nella seconda frazione, complice il temporale, il gioco regala meno spettacolo, ma grande intensità. L’Albalonga prova a venire fuori, ma la difesa azzurra sbarra la porta in ogni occasione. La rete della bandiera arriva solo grazie al campo diventato estremamente scivoloso, che provoca l’errore di Cacciatore che devia la palla nella propria rete, non per questo macchiando una prestazione sontuosa, da leader e capitano.

Dal triplice fischio la partita diventa storia, il Chieri è Campione d’Italia per la prima volta nella storia, vincendo la Coppa Italia Serie D.

 

Albalonga: Faiella, Albanese, Succi, Vaccaro, Martinelli, Panini, La Terra, Giannone, Gurma, Corsetti, Magliocchetti. A disposizione: Galluccio, Tamburlani, Tamassetti, Bernardi, Traditi, DeSantis, Trincia, Cruz da Silveira, Pintori. All. Del Prato

 

CHIERI: Benini, Venturelo, Benassi, D'Iglio, Cacciatore, Benedetto, Messias (15’ s.t. Pasquero), Campagna (17’ p.t. Simone), Villa, Tettamanti, Anastasia (30’ s.t. Fabbro).
A disposizione: Cella, Novello, Lovin, Gallo, Pasciuti, Miello.
Allenatore: Manzo.

 

Reti: 11’ p.t. Campagna, 19’ p.t. Messias, 44’ s.t. Cacciatore (ag).

MAIN SPONSOR

SPONSOR TECNICO

MAIN PARTNER

trevisangrigio

trevisanbiogrigio