Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più sui cookie nella nostra pagina sulla Politica sui Cookie

NEWS DALLA SOCIETA'

Search Our Site

Registrati

STRISCIAMAINSPONSOR

È ben lontana dall'esaurirsi l'emozione vissuta a Fiumicino, dove il Chieri ha ricevuto la benemerenza federale per i 60 anni di attività.
Davvero uno splendido regalo di compleanno per una società che ha sì una storia importante alle spalle, ma anche tanta tanta voglia di continuare a crescere, e grazie a questo riconoscimento si ritrova nell'élite nel calcio italiano.

Il premio è stato consegnato al presidente onorario Edoardo Benedicenti e al segretario Sergio Gardellini da Carlo Tavecchio, presidente della FIGC, e dal numero uno della Lega Nazionale Dilettanti, Antonio Cosentino.
Per Benedicenti era la seconda partecipazione alla cerimonia: nel 2011 aveva già ricevuto una benemerenza personale per il suo lungo impegno da dirigente. Questa volta però era diverso: era lì a rappresentare ufficialmente il club di cui è stato presidente per 31 anni. «È stato un onore - commenta "Dado" - La manifestazione è stata molto piacevole e bella, c'erano tantissime squadre premiate, alcune addirittura per i 100 anni, essere in mezzo a tante altre realtà e poterti confrontare con loro è una bella sensazione. Ovviamente sono molto contento per il Chieri: ora aspettiamo i 75 anni!».

La benerenza è stata accolta con grande soddisfazione anche da Luca Gandini, da due stagioni e mezza alla guida del Chieri. «I chieresi dovrebbero essere orgogliosi che fra mille difficoltà questa società abbia raggiunto i 60 anni - sottolinea il presidente - Da 5-6 anni siamo in serie D la squadra con la media punti più alta: c'è una costanza di rendimento ad alto livello e si arriva sempre lì, manca l'exploit ma ogni anno si fa bene. Che questo premio sia un ulteriore sprone per continuare a migliorarci, intanto però godiamocelo: ce lo siamo meritato!».

MAIN SPONSOR

SPONSOR TECNICO

MAIN PARTNER

trevisangrigio

trevisanbiogrigio